Browse By

Religione e filosofia

La religione Sikh è strettamente monoteistica, poiché crede in un solo Dio Supremo. Egli è Assoluto ma anche omni-prevedente, è l’Eterno, il Creatore, la Causa delle cause, senza inimicizia, senza odio, immanente alla sua creazione e contemporaneamente al di là di essa. Non è più solo il Dio di una nazione, ma il Dio della Grazia. Ammesso tutto questo, Egli creò l’uomo non per punirlo dei suoi peccati, ma per la realizzazione del suo obiettivo nel cosmo, e per riemergerlo di nuovo da dov’è venuto.

“oh mio spirito, tu sei l’incarnazione della Luce: conosci la tua essenza” (Guru Nanak Dev)

“oh mio spirito, il Signore è sempre con te, tramite la parola del Guru, godete il Suo amore, conoscendo la tua essenza, tu conosci il tuo Signore e così conosci il mistero della nascita e della morte” (Guru Granth Sahib, p.441)

Il postulato fondamentale del Sikhismo è che la vita non è peccato all’origine, ma, siccome è stata emanata da una pura Sorgente, la vera Unità risiede in essa.

Non solo l’intera filosofia Sikh, ma il suo intero carattere e la sua storia derivano da questo principio.

I Sikh non riconoscono il sistema delle caste, e neppure credono nel culto degli idoli, nei riti e nelle superstizioni. Dei e Dee sono considerate “non-entità”.

Questa religione consiste nel vivere pratico, nel servire l’umanità e nel generare tolleranza e amore fraterno verso tutti. I Guru Sikh non appoggiano il ritiro dal mondo come mezzo per raggiungere la salvezza, che può essere ottenuta da chiunque si guadagni onestamente il pane e conduca una vita normale.

“solamente conosce il Cammino, oh Nanak, colui che guadagna il suo con il sudore della fronte e poi lo condivide con gli altri” (Guru Granth Sahib, p.1245)

Guru Nanak ha aperto nuove speranze per la gente oppressa dando loro la possibilità di entrare nella sua fraternità come uguali. Egli è il creatore dell’Uomo Nuovo, nel Mondo Nuovo, sostenuto da una nuova moralità.

Ricchezza e possesso personale non sono ostacolo per vivere all’altezza degli ideali spirituali. Il Sikhismo non crede nella massima – è più facile per un cammello passare per la cruna di un ago che per un ricco entrare nel regno di Dio. Il motto Sikh è invece il seguente: “coloro che sono in armonia col Signore, attraverso la Grazia del Guru, arrivano a Lui anche nel bel mezzo della ricchezza” (Guru Granth Sahib, p.921)

Il Sikhismo non accetta l’ideologia del pessimismo. Appoggia piuttosto ottimismo e speranza. La massima – non resistere al male, se qualcuno ti percuote sulla guancia destra, porgigli anche l’altra – non trova posto nel modo di vivere Sikh. Al contrario esso ingiunge ai suoi seguaci: “quando un affare è al di là di ogni altro rimedio, è giusto invero sfoderare la spada” (Guru Gobind Singh)

Leave a Reply

Or

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
SEGUICI SU:
Waheguru Ji Ki Khalsa Waheguru Ji Ki Fateh